martedì 11 novembre 2014

La pioggia


Fonte: All Magazine


nebbia a sorpresa
gli animali fiutano
dopo la pioggia





Scrivo haiku dal 2001. Una forma di poesia che – sottotraccia – ha sempre in qualche modo attratto la mia maniera di scrivere e ha suggestionato il mio immaginario.

Da quell'anno molte cose si sono avvicendate nella mia vita.
Questa è la caratteristica del vivere, fatta dell'intreccio di molti fili.

 Di questo vivere, insieme a molti altri aspetti, che rimangono comunque sempre più o meno intrecciati e mescolati tra loro, la ‘presenza’ di altri animali è cresciuta per importanza.
Fino a dare pienezza a tutti i giorni che trascorrono nei miei anni.
 
E sono cresciute le poesie haiku legate attraverso vari modi, agli animali: quelli  che vivono con noi, gli animali che abitano il pianeta da molto prima di noi, gli animali che noi violentiamo.

In questo anno alcuni haiku li ho postate sul blog. Penso che continuerò a farlo. Penso che un regalo che vorrei farmi sarebbe una bella silloge di questi haiku animali.
Un buon modo per iniziare - anzi, per continuare -  parte proprio da questo schermo col quale sto prendendo lentamente confidenza.


 La data del compleanno si avvicina...
 
 

4 commenti:

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui