venerdì 11 maggio 2018

Ma quante uova 'fa' una gallina?



Ecco. La piccola Fleur non ce l'ha fatta. La indifesa gallina scampata in qualche modo dal prosciugamento zootecnico, troppo ferita nel fisico (forse, le ferite emotive stavano cominciando a rimarginarsi, grazie al tempo della cura), non aveva più energie, risorse sufficienti per compiere fino in fondo il cammino dell'affrancamento dalla schiavitù, per guarire davvero, per ritrovare le forze.








Lo avevi già scritto nel commento al tuo post, proprio il giorno della sua morte. E adesso lo ripeti qui, perché è importante partire da qui.
Dal qui che ci racconta che Fleur, barcollante, totalmente spiumata, incerta, cauta e timorosa, era il fantasma di una gallina.
Dal qui che ci conferma che le galline ovaiole subiscono un cover up da parte della macchina zootecnica, che è difficile da dissipare - e assomiglia molto a quello creato per le mucche cosiddette lattifere (ne riparleremo). Questo lavoro di depistaggio, di mistificazione, di creazione ad hoc di messaggi che inducono confusione e suscitano un sentimento di falsa tranquillità; o che agevolano l'autoinganno superficiale  - è fondamentale per non fa diminuire mai il giro economico che orbita intorno alla gallina ovaiola: dalla sua pre-nascita (il suo stesso essere uovo; e quindi, vai con galli riproduttori, e compravendite e selezioni) fino alla sua prematura morte per consunzione (e in mezzo, ci sta pure la uccisione dei pulcini maschi), con il core businness della vendita delle uova e dei loro derivati e tutti gli usi possibili, immaginabili, immaginati e realizzati.

Per il pensiero comune, la gallina ovaiola 'fa' le uova così, con la stessa inevitabilità e facilità del respirare. Cioè, per lei fare l'uovo non comporta alcun investimento in termini di risorse fisiche, detto in parole povere: per la gallina, fare l'uovo, non ha conseguenze sul fisico. è una cosa che fa senza fatica, senza indebolirsi.

Ovviamente, NON è così.

Trovi questo testo sulla pagina FB di Per Animalia Veritas.


Le galline fanno un uovo al giorno anche per 300 giorni consecutivi solamente perchè l’uovo viene giornalmente sottratto. Se una gallina viene lasciata a se stessa fa circa 10 uova poi smette e inizia covarle. Se invece le sottrai induci l’organismo a produrre nuove uova. Questo è un meccanismo presente in molti uccelli per salvaguardare la riproduzione. Infatti se un uccello perde le uova per un predatore o per intemperie, ne fa di nuove senza aspettare la sucessiva stagione riproduttiva.
Quindi sottrarre le uova alle “amiche galline” salvate o non salvate, le induce a produrne altre in sovrannumero rispetto alla naturale fisiologia riproduttiva. Questo comporta oltre allo sfruttamento, anche lo stimolo a una sovraproduzione con conseguente indebolimento dell’organismo e in sostanza l’accorciamento della vita media.
Altro fattore importante è che gli uccelli hanno cura delle loro uova e rubargliele gli induce uno stress emotivo. Il fatto che la gallina, come altri uccelli che producono molte uova, sembra che abbandoni l’uovo deposto è dovuto al fatto che la cova inizia solo dopo che sono state deposte tutte le uova del ciclo riproduttivo così da sincronizzare le nascite.
In sostanza l’unico comportamento accettabile sarebbe lasciare che la gallina covi le sue uova, che poi abbandonerà dopo un certo tempo a causa della mancata schiusa.
"


Nei commenti, eccone uno di Desirée Agripunk Manzato:

" le galline fanno un uovo al giorno dall'inizio della primavera all'arrivo dell'autunno circa periodi di muta esclusi. ne depongono circa una dozzina a testa ma non tutte covano anzi è molto dffuso il fenomeno dell'ovofagia ossia che le altre galline, o la stessa che le ha deposte, rompe le uova per rimangiarsi il guscio e reintegrare il calcio usato. non fanno mai più di 3 dozzine comunque perchè lasciano passare del tempo prima di farne altre dodici circa. inoltre hanno uno spiccato senso "demografico" quindi se sono in molte si regolano con la deposizione. se c'è qualche maschio nel pollaio è uguale, solo alcune depongono le uova nascoste alle altre e riescono a far nascere i pulcini. un uovo se deposto al buio e al fresco può durare anche mesi. a volte, soprattutto quelle selvatiche, depongono le uova in vari punti per poi tornare a covare la prima nidiata e se va male a causa di predatori, ne hanno almeno un'altra pronta che altrimenti abbandonano. nell'uovo fecondato l'embrione inizia a svilupparsi solo quando c'è la temperatura adatta che è quella emanata dal corpo della gallina quando cova (sembra quasi che abbia la febbre). nelle ovaiole provenienti da allevamenti intensivi il fenomeno dell'ovofagia ad esempio è molto più frequente, se le rimangiano da se. durante la cova spesso la gallina non si muove nemmeno per mangiare e bere perchè rimane a vegliare il nido. indi per cui scusate ma non è vero che fanno uova tutto l'anno a meno che non abbiano la condizione di temperatura e luce costante come negli allevamenti e la cosa più sensata è levargliele. non dico per mangiarsele, per carità, però per ridarle a loro come integratore si. tanto poi lo fanno da se."

 Risponde, sempre nei commenti, Barbara Carrie Balsamo Badu

"Questo veterinario si riferisce alle galline ovaiole in allevamento. Parla proprio del processo di cambiamento del ciclo di vita. Comunque a parte il naturale periodo di vita riproduttiva il resto non mi pare sia in contraddizione con quello che hai aggiunto tu anzi , dá ulteriori informazioni. Anche noi abbiamo avuto un rifugio e avevamo molte galline sottratte agli allevamenti, le abbiamo osservate anche noi".



Trecento (300) uova all'anno, è quanto 'fa' una gallina ovaiola, selezionata dagli umani per avere una predisposizione maggiore alla ovulazione. Tuttavia, anche ogni gallina ovaiola, paga un prezzo pesanre per questa iper-ovulazione, che per altro, è solo per il primo anno ed è destinata a scendere, man mano che la gallina matura (non dici: 'invecchia', perché, in zootecnia, nessun animale invecchia, ma viene ammazzato prima).

Ora, una ovaiola portata fiuori dall'allevamento, quind in condizioni di poter vivere in un ambiente più consono e di mangiare cibo più adatto e semplicenon non si può dire che labbia la stessa produttività di quelle all'interno, come se la condizione delle 300 uova al giorno fosse la norma in qualsiasi altra situazione o condizione di vita. In brvee, molto semplicemente:è una abnorme spinta al limite della capaità fisica della singola gallina. E Fleur - lo ha reso assai evidente. 

 

Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA! (EDIT 2018: HO CAMBIATO IDEA: ALMENO UN NOME IN FONDO AL COMMENTO E' GRADITO, PER NON DOVER RISPONDERE CON UN EHI, TU!). PER ANONIMO, SI INTENDE CHI NON E' ISCRITTO - PER QUALSIASI MOTIVO - AI FOLLOWER. Ma visto che è possibile il commento anche non iscritti, considero una forma di gentilezza scrivere almeno un proprio nome :) )

(EDIT 2 2018: qualsiasi messaggio che contenga pubblcità, promozioni, contenuti promozionali di carattere commerciale o finanziario, di qualsiasi tipo e genere, verrà immediatamente e automaticamente cancellato e gettato nel cestino dell'oblio. promoter avvisato...)

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...