giovedì 27 aprile 2017

Inizia il processo per l'occupazione dello stabulario di Farmacologia: COMUNICATO STAMPA



Fonte CFGH FB page


Il 28 aprile avrà inizio il processo contro cinque attivisti del Coordinamento Fermare Greenhill per i reati dell'occupazione dello stabulario di Farmacologia dell'Università Statale di Milano.
Era il 20 aprile 2013.
Per più di dieci ore gli attivisti rimasero dentro allo stabulario per mostrare l'ordinaria brutalità della sperimentazione animale.
Uscirono immagini e informazioni che mai i ricercatori renderebbero pubbliche.
Furono documentate le condizioni di vita degli animali ''sacrificati''per la ricerca.
Centinaia di persone risposero alla nostra richiesta di sostegno in modo da dar vita ad un fondamentale presidio sotto l'edificio.
400 topi e un coniglio videro la libertà quel giorno.
Oggi chiediamo ancora il vostro supporto.
Perchè quei cinque dovranno affrontare il processo.
Rispondere dei reati di invasione di edificio pubblico, violenza privata (perchè erano allucchettati per il collo impedendo l'accesso allo stabulario), danneggiamento (nulla è stato danneggiato ma i ricercatori ritengono che col solo ingresso siano stati vanificati anni di ricerca).
In aula diremo la verità.
Ovvero che rifaremmo mille volte quanto fatto.
Perché vogliamo giustizia per tutti coloro a cui quel giorno è stata negata
la libertà e la vita, e per le migliaia di individui rinchiusi e''sacrificati'' nei laboratori di tutto il mondo.
Il 28 aprile ricorre anche il quinto anniversario di quel bellissimo giorno a Montichiari passato alla storia, quando, in pieno giorno, fu assaltato l'allevamento, sfondate le reti e liberate decine di cani.
Ancora e di nuovo, vogliamo continuare ad abbattere il muro di silenzio che consente alla vivisezione di esistere.
Partecipa, diffondi, sostienici.



Fonte: Animaliena


 Milano
28 aprile 
Dalle ore 9 alle ore 13
Palazzo di giustizia
Presidio di solidarietà agli attivist* di Fermare Green Hill sotto processo per l'occupazione dello stabulario di farmacologia dell'Università Statale.
Info: dentrofarmacologia.org

Sotto, il nostro comunicato:

Il 20 aprile 2013 cinque attivisti entrano nel Dipartimento di Farmacologia dell’Università degli Studi di Milano, mentre in strada si svolge un presidio contro la sperimentazione sugli animali. 

Tanti slogan incitano all'occupazione degli stabulari e alla liberazione delle cavie lì rinchiuse.

Il 28 aprile di quattro anni dopo, chi ha portato a compimento il volere di un movimento di protesta è chiamato a processo
imputato per i reati di invasione di edificio pubblico, violenza privata e danneggiamento.

Facile capire che violare forzatamente un luogo di tortura è un’azione di risposta verso coloro che, incaricati e protetti dalla legge, le torture le infliggono.

Dopo decenni di controinformazione

- perdurano la negazione e l’occultamento dei luoghi di sofferenza dove muoiono gli animali destinati alla ricerca scientifica

- non possiamo confidare in un confronto fra pro e anti-vivisezionisti, né tantomeno fra i mandanti istituzionali e le malcapitate vittime designate

- l’agognato dibattito pubblico sulla questione stenta a manifestarsi ed è capillare la convinzione che, di fronte alla possibile cura degli individui di specie umana, sia lecito sacrificare chi non vi appartiene

- l’intera arena politica, se non è completamente connivente, è muta e sorda, soprattutto se ciò che si manifesta è ben più che un flebile sentimento per gli animali “nostri”, “privati”.

Lo scenario politico propina il sistema di valori specisti che a loro volta lo producono.

L’azione diretta di liberazione testimonia la vitalità di chi, nonostante tutto, non ci sta e decide di compiere un atto di colpevolezza consapevole: colpire i luoghi di tortura per impedire lo sfruttamento.

Da un lato ci sono le lobbies del capitale a braccetto con i loro esecutori sociali, dall’altro, costruite ad hoc, le categorie di inferiori non meritevoli di considerazione.

Oltrelaspecie non ha difficoltà a decidere da che parte stare.

Liberazione!

Solidarietà a chi agisce per la liberazione. 
Solidarietà agli animali umani e non umani oppressi.



3 commenti:

  1. Voglio provare a mettere qui nei commenti i link ad articoli e approfondimenti:

    Ripeto, naturalmente, il link principale e forse più importante:

    DENTRO FARMACOLOGIA
    http://dentrofarmacologia.org/2017/04/21/246/


    MANIFESTO ANTISPECISTA
    http://www.manifestoantispecista.org/web/i-muri-da-abbattere/

    ANIMA ALIENA
    https://animaliena.wordpress.com/2017/04/27/dentro-farmacologia-insieme/

    IL DOLCE DOMANI
    http://www.ildolcedomani.com/2017/04/solidarieta-agli-imputati-e-imputate-al.html

    VEGANZETTA
    http://www.veganzetta.org/i-muri-da-abbattere/

    RispondiElimina
  2. https://www.facebook.com/controgreenhill/?hc_ref=NEWSFEED&fref=nf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.radiocane.info/viso-aperto-cronaca-di-una-liberazione-animale/

      Elimina

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui