domenica 21 maggio 2017

Alcune foto in un parco (come l'Uomo che cammina)

... verso il fioraio...
Ci sei tornato scoprendotene nostalgico, l'altro giorno, questo parco inondato dalla luce di maggio. Luce con la quale hai voluto giocare, camminando, mentre aspettavi una persona.
E intanto, da fuori, guardavi un'area del parco dove avevi vissuto tanto tempo, tanti giorni, insieme ai tuoi cani. Poi, passeggiando, eccoti su uno dei suoi viali interni. Che sono molto lunghi e molto diritti, fiancheggiati da alti alberi. C'è un fioraio, e ti sei fermato lì. Ma ci sono anche tante altre cose, che ricordi ma che questa volta non hai visto.
Invece, hai giocato con la luce e le ombre dei fogliami altissimi, e i raggi del sole che provano a raggiungere il terreno battuto dei vialetti. una passeggiata come l'Uomo che cammina. Quello del fumetto di Jiro Taniguchi.
























Ah, il parco è il Ruffini a Torino.






Nessun commento:

Posta un commento

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui