domenica 30 ottobre 2016

Alcuni haiku nebbiosi

foto di Patrizia Mezzogori


OMBRA S’ALLUNGA

LA NEBBIA NEI VICOLI

STILLA UMIDO




COLOR DI NEBBIE

SUI PORTI DELL’ANIMA

OCCHI MARRONI




SORPRENDE I PASSI

BEN PRIMA DELLA NOTTE

NEBBIA SOFFIATA



BIANCA POI GRIGIA

LA NEBBIA REPENTINA

NOTTE PRECOCE

 

NEBBIA TRASPORTA

VIE RAGGOMITOLATE
FUORI DAL REALE

 

LUCE FINESTRA

SMORZATA DLLA NEBBIA

MI RIPORTA TE



FANTASMI D’ARIA

DIFFUSE DITA NEBBIA

CITTA’ MAGICA

 

SOFFIA REFOLO

LA NEBBIA S’ARRAMPICA

ALLA FINESTRA




PROFUMO DENSO
DELLE GOCCE DI NEBBIA
RICORDI LUNGHI




2 commenti:

  1. Buongiorno Giovanni,anch'io m'allungo per leggere questi versi malinconici che sanno di passaggio. Molto belle le foto... Buon concerto stasera :D

    RispondiElimina
  2. Buon giorno Santa, sono sempre felice che ti piacciano questi miei haiku. Sì, sono malinconici, e sanno di passaggio, oltre che di paesaggio (interiore? proiettato?). Sono foto molto diffuse sulla Rete, ma la prima meritava un link diretto alla pagina della fotografa che l'ha scattata, perché le ragnatele umide di nebbia o di rugiada sono gioielli.
    Ti posso chiedere quale concerto mi hai augurato? Non sono andato, in effetti, a nessun concerto :D

    RispondiElimina

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui