martedì 16 dicembre 2014

La Rete dei Santuari di Animali Liberi in Italia

Fonte: AnimaliLiberi

Ci stavo pensando: se costruisco o installo una mangiatoia per gli uccellini; se non uccido gli insetti che entrano nella mia casa, ma mi limito a riportarli nel prato; se mi prendo cura di un gatto, o un cane anziano o malato o disabile; se faccio queste e altre più o meno piccole o quotidiane azioni o gesti, mi trasformo in un certo senso in una specie di 'santuario individuale', cioè rendo me stesso, le mie azioni, i miei pensieri, orientati alla convivenza con gli altranimali. Ci sono molti modi per esprimere questo concetto: ad esempio, che con questi gesti sto facendo già delle liberazioni animali.

Forse è per questo che sogno di poter organizzare ben presto e quanto prima la mia casa come un luogo di accoglienza per gli animali. Penso che in ogni caso la collaborazione, lo scambio e l'unione delle risorse di ogni genere tra antispecisti-attivisti-volontari (etichettiamoci-li come volete-vogliamo) siano basilari, per diventare efficaci e continuativi. Resistenti E resilienti.

Di sicuro è per questo motivo che scopro con gran piacere questo sito, questa iniziativa, questa realtà:


Trascrivo la loro presentazione, tratta proprio dal loro sito:

"
La Rete dei Santuari di Animali Liberi in Italia è un’aggregazione di progetti che si riconoscono essere molto vicini nel loro percorso e che hanno come obiettivo comune quello di contribuire ad un miglioramento dell’attuale relazione tra noi animali umani e tutti gli altri.
Già da tantissimi anni l’uomo purtroppo si è auto elevato ad un gradino superiore a tutto il resto dell’abitato del pianeta, ponendosi così in maniera violenta e mettendo al proprio servizio ogni soggetto e ogni cosa conosciuta, manipolandoli in base alle proprie (false) esigenze.
I pessimi risultati di questo comportamento sono ormai evidenti in ogni angolo del pianeta e fortunatamente sempre più persone stanno cambiando rotta, puntando dritti verso una scelta di vita nonviolenta e di profondo rispetto verso la natura.
In questo sito potrai trovare tutti quei progetti che nel loro impegno di “riconversione”, hanno sviluppato e migliorato la relazione umano-altri animali, creando nello specifico dei luoghi di rifugio per molti soggetti senza una casa.
Per ottimizzare il proprio operato e per raggiungere meglio tutti gli obiettivi comuni, a fine 2014 nasce la Rete dei Santuari di Animali Liberi in Italia, creando così un ambiente di divulgazione, di collaborazione e di cambiamento.
Sostienici e facci conoscere a più persone possibili!"

NEWS: c'è anche la pagina facebook

8 commenti:

  1. un bellissimo progetto, che merita di crescere, perché alla sua crescita corrisponderà la salvezza di quanti più animali scampati alla morte specista

    RispondiElimina
  2. Che bello "la rete dei Santuari di Animali liberi", il nome dice tutto, io poi che amo gli animali liberi. Non riesco però ad aprire il link, andrò in rete a cercarlo. Grazie Giovanni per queste belle notizie.

    RispondiElimina
  3. Grazie Santa, per la segnalazione del link sbagliato. Adesso l'ho corretto, dovrebbe essere quello giusto. Prova! :)

    RispondiElimina
  4. Perfetto. Funziona. Ciao Giovanni ^_^

    RispondiElimina
  5. Figurati, dovere professionale :)
    a proposito, ho appena inserrito il tuo blog nrlla mia lista di blog seguiti. Ho visto che tra i tuoi argomenti c'è la poesia, mi fa piacere.

    RispondiElimina
  6. Salve! Il tuo blog mi è stato segnalato da Santa S. Complimenti per la volontà di condivisione di una comunione solidale tra le creature di questo pianetino. In effetti la pretesa superiorità antropocentrica si è rivelata una iattura, per tanti aspetti.Buone festività e un gioioso 2015.

    RispondiElimina
  7. Benvenuta Mari :) il tuo nome - e il tuo blog isolano - è molto suggestivo. Ti auguro buon giro del blog e spero di leggere ancora i tuoi intrventi. La superiorità antropocentrica è in effetti molto peggio di una iattura, sprattutto per tutti gli altri animali, sono d'accordo con te! Dovremmo abituarci a opensarci e a pensarli diversamente, prima di tutto per imparare finalmente a diventare davvero capaci di rispettarne le alterità. altrettanto degne che la nostra.
    Buone feste e gioioso 2015 anche a te. Verrò presto a visitare il tuo blog: adoro le isole!

    RispondiElimina
  8. PS ho alla fine inseerito il link permanente della Rete qui a fianco a destra, nell'elenco dei 'link in confidenza'
    :)

    RispondiElimina

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui