mercoledì 11 dicembre 2013

Vale più una immagine (2)


                       fonte: ho scaricato questa bella foto tempo fa, probabilmente viene da questo Santuario


Sono tanti, per fortuna a quanto pare sempre di più, i luoghi dove gli animali negletti a causa della voracità umana, trovano scampo, sollievo e dignità per il resto della loro vita. I tanti, ma sempre pochi: maiali, mucche, capre, galline, topi, cavalli, asini, pecore...
Si chiamano "Santuari": ce ne sono molti anche in Italia, su e giù per la penisola e volendo, non è difficile raggiungerli (quando un giorno lo farò, prometto tante foto da godere e gioire). 

Tra tutti questi altranimali, ho scelto il maiale: perché in questa immagine è bellissimo, nella sua gioia che lo fa sorridere; perché troppo poco tempo fa, invece, mi è capitato di vederne uno appeso al gancio del macellaio; perché il maiale è nell'occhio del ciclone della "satira" (?) italica. Perché a lui ho ripensato, mentre mi addoloravo per le uccisioni dei cacciatori: accomunati nella morte violenta decisa dal dominio umano (morte anche per me, di cui questa violenza uccide ogni volta piccole parti di respiro libero e sereno), vorrei essere un maiale o un cervo? (la domanda non vuol stilare classifiche, è solo un modo per me di cominciare a capire alcune domande, magari strane, magari scomode, ma utili per alimentare quel che deve essere instancabile pensiero a proposito delle possibilità di futuro che possiamo e dobbiamo aprire, se non ci impediamo la compassione e quindi il rispetto verso gli altri animali).



1 commento:

  1. Al momento di "andare in macchina" (non vedevo l'ora di usare questa espressione da giornalista dell'era delle rotative!) leggiamo questa notizia, accessibile da questo link: http://www.online-news.it/2013/12/11/laidaa-denuncia-la-littizzetto-per-maltrattamento-di-animali/#.UqkFBidqmvt

    RispondiElimina

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui