venerdì 28 novembre 2014

Le foglie finalmente

Fonte: Mijbil Creatures

Un breve interludio, prima del finesettimana.
Sono arrivate le foglie sul terreno: a coprire erba e tronchi nei parchi cittadini, oppure fuori, nelle campagne, nei paesi, dove percorrono anche le strade, ai bordi delle case.
Ai (miei) cani le foglie piacciono molto: sono scrigni leggeri e umidi di odori e sentori, di racconti e promesse; sono cuscini strani da sentire sotto i piedi; sono persino gioielli, collane oppure orecchini, da lasciar impigliare nei riccioli rosse o tra le lunghe frange bianche, o appiccicare sul bruno velluto peloso e liscio della schiena.

Credo che le foglie piacciano anche agli uccelli: ai passeri, alle cince, ai pettirossi; e poi anche agli insetti che vivono sotto le cortecce, o nel terreno.
Piaceranno anche agli stessi alberi? Penso di sì: quand'ero bambino, mi avevano spiegato che le foglie fanno bene agli alberi in autunno e in inverno, proteggono le radici dal gelo.

Perciò, un po' mi dispiace quando vengono spazzate via o soffiate via dalla nettezza urbana, trattate alla stregua di rifiuti non smaltibili, come se fossero immondizia umana. Mi dispiace constatare come l'equazione umana "natura=cosa da usare" si veda finanche in queste piccole cose quotidiane, stagionali (un po' come certe potature implacabili: mi domando, quanti passeri sono vittime del passaggio di questi potatori?).

PS: la bellissima foto all'inizio, è stata presa dal blog MIJBIL CREATURES, luogo di poesia e di arte e belle manifatture, oltre che di storie incantevoli e incantate. C'è una storia che vale la pena di essere raccontata, e lo farò quanto prima, a proposito di Mijbil...

foglie corsare
già giù in mulinelli
la piazza vuota

9 commenti:

  1. Ciao Giovanni! :) Certo che mi ricordo, e grazie per avermi menzionata qui e per il tuo messaggio! Attendo la tua interpretazione della storia di Mijbil allora.. a presto!

    RispondiElimina
  2. Mijbil per me è stato importante e indimenticabile. Sarà un piacere raccontarla. a presto! e grazie per la visita :)

    RispondiElimina
  3. “L'autunno è una seconda primavera dove ogni foglia è un fiore.”
    Albert Camus

    RispondiElimina
  4. Molto evocativa questa frase. A ben pensarci, sono d'accordo: e i fiori d'autunno sono anche più sgargianti, a volte- :)

    RispondiElimina
  5. Albert Camus conobbe l'intellettuale filosofo Jean Grenier, il quale scrisse il piccolo denso e toccante libro IN MORTE DI UN CANE, di cui conto di parlare nello specifico, prima o poi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho letto. Aspetto il tuo post.

      Elimina
  6. Al più presto, allora, perché merita un post meditato, che potrò fare col computer nuovo da casa, finalmente... regalo delle feste...

    RispondiElimina
  7. L'autunno é la mia stagione ideale anzi mentale come dice Guillaume Apollinaire in Costellazione.

    Io sono sotto il segno della Costellazione d'Autunno
    E perciò amo i frutti e detesto i fiori
    I baci che do li rimpiango uno per uno
    Noce bacchiato che dice al vento i suoi dolori
    Mio eterno Autunno mia stagione mentale
    Mani d'antichi amanti costellano il tuo suolo
    Una sposa mi segue è la mia ombra fatale
    Le colombe stasera spiccano l'ultimo volo.

    RispondiElimina
  8. Ciao Monica, ben ritrovata. Tornare a scrivere da casa, grazie a un nuovo, favoloso computer che fa tutto e lo fa meglio, è proprio un regalo di Natale.
    Detto questo, anche per me l'autunno - insieme alla primavera - è la mia stagione preferita. Forse questa mia prferenza per le stagioni considerate 'non piene' significa qualcosa. L'estate e l'inverno hanno la loro bekllezza, ma io la vivo più in contrasto: d'estate è bello ripararsi tra le fronde ombrose di un bosco, o rinfrescarsi in un ruscello; in inverno è bello raccogliersi lontano dall'aria fredda, magari insieme a chi si ama.

    La poesia di Apollinaire è ricchissina di belle immagijni generose, Il verso 'E perciò amo i frutti e detesto i fiori' mi rianima! Grazie

    RispondiElimina

TUTTI POSSONO COMMENTARE, ANCHE IN FORMA ANONIMA!

SE sei interessat* a seguire La Confidenza Lenta, prova a cercare l'elenco dei lettori fissi e a cliccare sul tasto azzurro 'segui' Dovrebbe permetterti di iscriverti, se ti fa piacere.

In alternativa, puoi lasciare un commento allo stesso post, quando viene condiviso sulla pagina Facebook della Confidenza, e segnalare se vuoi rivederlo ri-postato qui